La scienza dietro un rivestimento ceramico

La scienza dietro un rivestimento ceramico

Tutto quello che c'è da sapere sulla scienza alla base di un rivestimento ceramico! Un rivestimento ceramico è un tipo di rivestimento protettivo applicato alla superficie di un oggetto. Il rivestimento è costituito da una varietà di componenti chimici, che lavorano insieme per fornire diversi vantaggi. Il resto di questo post sul blog esamina la scienza alla base del rivestimento ceramico, descrivendo come i vari pezzi lavorano insieme per produrre un prodotto altamente durevole ed efficiente.

 

Che cosa è un rivestimento ceramico?

Il rivestimento ceramico si riferisce a un sottile strato di materiale inorganico applicato su una superficie, tipicamente sulle pareti esterne di un vaso. La parola "ceramica" deriva dall'antica parola greca per ceramica perché la maggior parte delle cose a cui vengono applicati i rivestimenti ceramici sono tipicamente ceramiche. I rivestimenti ceramici vengono solitamente utilizzati per migliorare l'aspetto dell'oggetto o proteggerlo dall'usura.

Esistono due tipi principali di rivestimenti ceramici: quelli applicati come liquido e quelli usati come polvere. I rivestimenti ceramici liquidi sono generalmente costituiti da una miscela di silice e acqua, che viene poi spruzzata sulla superficie dell'oggetto. D'altra parte, i rivestimenti in polvere sono costituiti da una miscela di silice e ossidi metallici fusi mediante calore.

I rivestimenti ceramici possono essere utilizzati su vari materiali, inclusi metalli, plastica, vetro e legno. Tuttavia, sono più comunemente utilizzati sulla verniciatura delle automobili, in quanto forniscono un elevato livello di protezione contro graffi, raggi UV e altre forme di danno.

 

Quali sono i componenti chimici di un rivestimento ceramico?

Un rivestimento ceramico è un sottile strato di materiale inorganico applicato a un substrato. Il substrato può essere qualsiasi numero di cose, ma in genere è un metallo o una superficie dura. I rivestimenti ceramici vengono generalmente applicati come liquidi e quindi polimerizzati o cotti per formare un rivestimento duro e durevole.

Esistono molti rivestimenti ceramici diversi, ciascuno con la propria formulazione unica. Tuttavia, tutti i rivestimenti ceramici contengono una combinazione dei seguenti componenti chimici:

Silice: La silice è l'ingrediente principale nella maggior parte dei rivestimenti ceramici. È un materiale altamente durevole che offre un'eccellente resistenza all'usura e ai graffi.

Diossido di titanio: Il biossido di titanio è un altro ingrediente comune nei rivestimenti ceramici. Fornisce protezione dai raggi UV e aiuta a mantenere il rivestimento dall'ingiallimento nel tempo.

Ossido di zirconio: L'ossido di zirconio viene spesso utilizzato con il biossido di titanio per fornire una protezione UV ancora migliore. Aiuta anche ad aumentare la durezza del rivestimento.

Allumina: L'allumina è un altro ingrediente comune nei rivestimenti ceramici. Fornisce un'eccellente resistenza all'abrasione e aiuta a migliorare la durata complessiva del rivestimento.

 

Cosa fanno gli elementi chimici?

Lo scopo principale di un rivestimento ceramico è fornire una barriera duratura tra il substrato e l'ambiente. Gli elementi chimici in un rivestimento ceramico lavorano insieme per fornire questa protezione.

La silice è un ingrediente essenziale in un rivestimento ceramico. Costituisce la maggior parte del rivestimento e fornisce la massima protezione. Anche il biossido di titanio e l'ossido di zirconio sono ingredienti necessari. Aiutano a proteggere il supporto dai raggi UV e dall'usura. L'allumina è un altro ingrediente vitale che aiuta ad aumentare la durezza del rivestimento.

Un rivestimento ceramico viene tipicamente applicato come liquido e quindi indurito, o cotto, per formare un rivestimento duro e durevole. Il processo di indurimento fa sì che gli elementi chimici nel rivestimento si colleghino e si leghino insieme, creando una solida barriera.

 

In che modo questi componenti aiutano il prodotto a funzionare?

Come accennato in precedenza, il componente principale di un rivestimento ceramico è la silice. La silice è un materiale duro e durevole, resistente ai graffi e all'usura. Ha anche un alto punto di fusione, il che significa che può resistere alle alte temperature senza rompersi. Il biossido di titanio è un altro componente vitale. Aiuta a riflettere le radiazioni UV, evitando che il substrato venga danneggiato dal sole. Anche l'ossido di zirconio e l'allumina sono ingredienti essenziali. Aiutano ad aumentare la durezza del rivestimento, rendendolo più resistente ai danni.

 

Cosa significa durezza nei rivestimenti ceramici?

La durezza di un rivestimento ceramico è necessaria perché determina quanto bene il rivestimento resisterà a graffi e altri danni. Più complesso è il rivestimento, più resistente è ai danni. Esistono due modi per misurare la durezza di un rivestimento ceramico: la scala Rockwell e il test di durezza Vickers.

La scala Rockwell misura la durezza dell'indentazione, che misura quanto bene un materiale può resistere a graffi o ammaccature. Più alto è il numero sulla scala Rockwell, più complesso è il materiale. Il test di durezza Vickers misura la resistenza ai graffi, che misura quanto bene un materiale può resistere ai graffi. Più alto è il numero del test di durezza Vickers, più il materiale è resistente ai graffi.

I rivestimenti ceramici hanno tipicamente una durezza di 7-8 sulla scala Rockwell e una durezza di 3000-4000 sul test di durezza Vickers. Ciò significa che resistono ai graffi e sono meno soggetti all'usura rispetto ad altri.

 

Conclusione

Mettere un rivestimento ceramico sulla tua auto fornisce una protezione extra per il tuo lavoro di verniciatura e rende la vernice un po' più facile da pulire. Se stai cercando un modo relativamente semplice per mantenere il tuo veicolo al meglio, allora vale la pena considerare un rivestimento in ceramica. Scopri di più sui nostri prodotti sul nostro sito web. Grazie per aver letto e sentiti libero di condividere questo articolo con i tuoi amici se lo hai trovato utile!

(funzione(w,d,s,l,i){w[l]=w[l]||[];w[l].push({'gtm.start': new Date().getTime() ,event:'gtm.js'});var f=d.getElementsByTagName(s)[0], j=d.createElement(s),dl=l!='dataLayer'?'&l='+l:' ';j.async=true;j.src= 'https://www.googletagmanager.com/gtm.js?id='+i+dl;f.parentNode.insertBefore(j,f); })(finestra ,document,'script','dataLayer','GTM-NNN5N85');