Duro come un diamante? Cosa significa EFFETTIVAMENTE 10H

Credito a Rostislav Uzunov su Pexels
Credito a Rostislav Uzunov su Pexels

Questo blog è stato scritto per aiutare a chiarire un malinteso comune nel mondo dei dettagli delle auto. Ecco quanto è duro in realtà un rivestimento in ceramica. Molto spesso vedrai persone che osservano in modo derisorio che un rivestimento 10H è fondamentalmente una bugia perché i produttori stanno cercando di affermare che il loro prodotto è duro come un diamante. Questa comprensione deriva da un punto, l'uso del suffisso H. In termini scientifici, H è usato per denotare "durezza" su varie scale. La più famosa e conosciuta è la scala di durezza Mohs.

La scala di Mohs fu inventata in Germania nel 1822 da Friedrich Mohs, un mineralogista che cercava di classificare la durezza dei vari minerali. Questa scala è imperfetta in quanto deriva in gran parte dalle osservazioni di Mohs, con varie altre scale sviluppate negli anni intermedi per misurare con maggiore precisione la durezza come la scala Vickers. Tuttavia, è stato ancora di grande aiuto ed è ancora utilizzato per testare la durezza di vari minerali come gli schermi dei telefoni.

Il problema qui è che i produttori di rivestimenti ceramici nel complesso non utilizzano la scala di Mohs. Prima ancora di considerare come la scala di Mohs aumenta esponenzialmente, una valutazione di 9H metterebbe un materiale SiO2 al di sopra del ferro (4H), del tungsteno (7.5H) e dell'acciaio temprato (8H). Ottenere un materiale ceramico in quella gamma annullerebbe la maggior parte dei vantaggi di un rivestimento ceramico. Compresi la leggerezza e la trasparenza, che sono la chiave del prodotto. Quindi cosa usano allora? La scala di durezza della grafite. No, non hai letto male. Grafite. Lo stesso materiale che trovi in ​​una matita.

Laddove la scala non è così dura come la scala di Mohs, è rappresentativa dei tipi di danni che vengono affrontati sulla strada. Ciò include scheggiature e graffi causati da piccoli detriti, ghiaccio, pioggia battente e molti altri. Già, un rivestimento in ceramica fornisce una protezione più forte rispetto al rivestimento trasparente nudo. Che ha solo lo scopo di mantenere la vernice e assicurarsi che si fissi correttamente. Anche una cera è ancora suscettibile a questo tipo di danni in quanto non indurisce allo stesso modo. Invece fornendo uno strato più assorbente. Nel frattempo, il rivestimento in ceramica fornisce uno strato duro e durevole sul veicolo per proteggerlo.

Questo ci porta ad alcune delle dubbie affermazioni di alcuni attori meno scrupolosi del settore. Come già accennato, nessun rivestimento ceramico sarà neanche lontanamente duro come un diamante. Non impedirà agli effetti della tua auto di essere codificati in modo dannoso. Non eviterà danni al metallo sottostante da un colpo sufficientemente duro. Tuttavia, ciò che farà è fornire protezione dai danni e dall'usura giornalieri medi che un'auto dovrà affrontare. Oltre a fornire una resistenza chimica e UV impareggiabile per mantenere la vernice lucida e pronta.

Per quanto riguarda l'industria automobilistica, i rivestimenti in ceramica sono ancora in qualche modo nuovi e incompresi. Ma speriamo che pubblicando articoli come questo e impegnandoci apertamente e onestamente con qualsiasi domanda, possiamo aiutare a informare meglio il pubblico. I rivestimenti ceramici parlano da soli con i loro risultati e non è necessario alcun trucco quando si vende un prodotto di qualità a un pubblico informato che conosce e comprende sia le sue esigenze che ciò che sta acquistando.

Immagine attribuita a Rostislav Uzunov su Pexels

(funzione(w,d,s,l,i){w[l]=w[l]||[];w[l].push({'gtm.start': new Date().getTime() ,event:'gtm.js'});var f=d.getElementsByTagName(s)[0], j=d.createElement(s),dl=l!='dataLayer'?'&l='+l:' ';j.async=true;j.src= 'https://www.googletagmanager.com/gtm.js?id='+i+dl;f.parentNode.insertBefore(j,f); })(finestra ,document,'script','dataLayer','GTM-NNN5N85');